Calliope, la musa di Vasto

Al via in Abruzzo, tra Vasto e Ortona, il Progetto LifeCoastal dune hAbitats, subLittoraL sandbanks, marIne reefs: cOnservation, Protection, and thrEaths mitigation – CALLIOPE”, una iniziativa in partnership con Cipro, coordinata dalla Regione Abruzzo – Assessorato Ambiente – Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio – Servizio Governo del Territorio, Beni Ambientali, Aree Protette e Paesaggio – Ufficio Parchi e Riserve, Programmi Comunitari in collaborazione con l’Università del Molise e il C.I.R.S.PE. – Centro italiano ricerche e studi per la pesca.

Fra gli obiettivi dell’iniziativa, la riqualificazione ambientale delle dune costiere della costa Teatina, tra il Comune di Vasto e il Comune di Ortona, attraverso l’installazione di passerelle in legno, delimitazione delle dune, l’ampliamento a mare di alcune riserve naturali regionali, come Punta Aderci e Punta Penna e la proposta dell’istituzione di un nuovo Sito di Interesse comunitario nell’area costiero-marina delle Riserve Naturali “Punta dell’Acquabella” e “Ripari di Giobbe”, nel comune di Ortona. Ma l’intento è anche quello di divulgare le conoscenze scientifiche sulla biodiversità, sui servizi offerti dagli ecosistemi dunali e marini e sui vantaggi economici derivanti dal miglioramento della qualità ambientale.
La strategia è quella di conciliare le aspettative e le esigenze dei vari portatori di interesse, dai pescatori, agli stabilimenti balneari, alle imprese turistiche, con la promozione di uno sviluppo sostenibile, che trovi nelle aree da tutelare un valore aggiunto per la comunità locale.