Camminata tra gli olivi

Camminata tra gli olivi

Saranno le Città dell’Olio di Bucchianico (CH) Città Sant’Angelo (PE), Controguerra (TE) Moscufo (PE), Rapino (CH) e Sant’Omero (TE) ad essere protagoniste di itinerari che ci nel verde del paesaggio olivetato  con visite ai frantoi e degustazioni di olio nuovo. 

A Bucchianico, la città che diede i natali a San Camillo de Lellis e che ospita la celebre Festa dei Banderesi ci attende una visita al borgo ed una passeggiata guidata alla scoperta del paesaggio olivato. A Città Sant’Angelo ci sembrerà che il tempo sembra si sia fermato, immersi tra le distese infinite di terre coltivate ad oliveto, dove permangono le vere tradizioni abruzzesi e importanti valori tramandati dalle generazioni passate.Sarà possibile visitare l’Enoteca comunale e i Frantoi del Comune a Controguerra, mentre a Moscufo si farà tappa al Frantoio delle Idee, che ospita il museo archeologico e i resti di una necropoli vestina. Rapino invece ha organizzato una passeggiata green e sostenibile in e-bike immersi tra le varietà locali degli olivi, dal Leccino all’Intosso. Non solo oliveti e frantoi ma anche luoghi di interesse storico-culturale, saranno visitati durante la #Camminata tra gliolivi di Sant’Omero, la  cui storia è legata alle nobili famiglie di Gualtiero di Rinaldo, del quale il borgo fu feudo fino all’epoca tardo rinascimentale, e dei Marchesi di Mendoza, di cui rimase feudo fino alla fine del XIX secolo. E ovunque ci aspettano degustazioni di olio novo. 

“Non possiamo e non dobbiamo arrenderci – spiega Michele Sonnessa presidente delle Città dell’Olio – vogliamo continuare a vivere e ad emozionarci per le piccole cose come passeggiare tra gli olivi secolari, godersi una merenda di pane e olio, visitare un vecchio frantoio, partecipare alla raccolta delle olive. Oggi più che mai la nostra “Camminata tra gli Olivi” assume un significato particolare. Non è un evento come tanti, ma un’occasione per riscoprire la bellezza dei gesti semplici e dei paesaggi familiari. Crediamo che questo sia anche un modo per promuovere il turismo dell’olio (legge nazionale dal gennaio scorso) e rilanciare l’economia di piccole comunità che vivono di questa cultura”. 

“Ringrazio le Città dell’Olio abruzzesi che hanno raccolto il nostro invito ad aderire a questa iniziativa che vuole essere un modo per andare avanti e sperare che si possa tornare presto alla normalità” ha dichiarato Domenico Pavone coordinatore regionale delle Città dell’Olio Abruzzo – la Camminata tra gli olivi con la sua formula originale, unisce turismo sostenibile e racconto del territorio, celebrando la qualità dell’olio extravergine d’oliva che più di ogni altro prodotto parla della nostra terra”.

Tutti i percorsi su www.camminatatragliolivi.it