Crea sito

ECOLOGISTI DI MONTAZZOLI CONTRO I PESTICIDI

MONTAZZOLI CONTRO I PESTICIDI

Spett.le redazione di Abruzzom,
sono Gianpaolo Belmare, un ecologista abruzzese – già collaboratore di Enti per la tutela ambientale come Greenpeace e il Parco Nazionale della Majella – che vive a Montazzoli (CH).
Seguo con passione la vostra testata e per questo ho pensato di segnalarvi quanto segue, qualora potesse essere di vostro interesse.
DA MONTAZZOLI UN CORO DI VOCI CONTRO I PESTICIDI
In occasione della “Settimana per le Alternative ai Pesticidi” organizzata dall’associazione ecologista francese Generations Futures (qui l’iniziativa: https://www.settimana-senza-pesticidi.org/), un gruppo di giovanissimi montazzolesi ha pensato di sostenere l’iniziativa e di realizzare un originale video-denuncia collettivo per chiedere all’Unione Europea di vietare l’uso dei pesticidi in agricoltura nell’ambito dell’Iniziativa dei Cittadini Europei “Save bees and farmers” (Salviamo api e agricoltori) e per invitare altri utenti ad unirsi alla Campagna (qui potete trovare gli obiettivi, i report e i dettagli della Campagna Save Bees and Farmers: https://www.savebeesandfarmers.eu/ita/ ).
Il video sarà pubblicato sul sito web della Settimana per le Alternative ai Pesticidi oltre che sui canali web e social di PAN – Pesticide Action Network Europe (per il quale sono volontario), il network europeo di oltre 200 tra associazioni, ONG, istituti scientifici, organizzazioni, apicoltori, federazioni e comitati ambientalisti e agricoli in tutta Europa, che si occupa di tutela della biodiversità e che lotta contro i pesticidi in agricoltura.
Oltre che per una battaglia giusta in difesa della ricchezza e della produzione d’eccellenza agro-alimentare dei nostri territori abruzzesi e del duro lavoro di chi ancora vede nell’agricoltura una fonte di lavoro e benessere personale, riteniamo che questa iniziativa assuma ancor più valore per il fatto di essere stata realizzata da ragazzi giovanissimi (tra i 18 e 21 anni) di una comunità estremamente piccola (circa 1000 residenti) rispetto a realtà urbane più grandi e solitamente più attive ed organizzate.
Il fatto poi di averlo fatto in un periodo in cui si è costretti a stare in casa dimostra la loro capacità di impiegare in maniera utile e costruttiva tale tempo, oltre che interessarsi di tematiche ambientali che sono strettamente connesse anche – e purtroppo – alla diffusione di malattie e virus.
Far sapere che cittadini abruzzesi di giovane età – a maggior ragione di piccole comunità locali – hanno a cuore e si attivano su temi attuali come appunto quello ambientale (in particolare, quello contro i pesticidi), riteniamo sia motivo d’orgoglio per l’intero Abruzzo, regione troppo spesso relegata ai margini della “notizia” o percepita sovente quale territorio “indietro” rispetto ad altre regioni italiane in svariati campi. Noi vogliamo che si guardi all’Abruzzo e al suo capitale umano con fierezza ed orgoglio, affinchè sia il “prodotto della terra” che il “prodotto umano” ricevano la giusta considerazione qualitativa di eccellenza che meritano.
Avremmo perciò piacere che la vostra spettabile redazione visionasse il video preparato e – qualora lo riteneste in sintonia con la vostra linea editoriale – valutasse una sua pubblicazione (corredata o meno da un relativo articolo, a vostra discrezione) sui vostri canali web e social. Siamo certi che il video avrebbe un discreto seguito con relativo ritorno d’immagine positivo anche per la vostra testata d’informazione.
Ringraziandovi per il tempo e la disponibilità, resto a vostra disposizione per qualsiasi dubbio, domanda o informazione (al 3515449786, Gianpaolo Belmare) e vi invito nuovamente a valutare la possibilità di pubblicare la notizia e il video di questi ragazzi, video che potete scaricare in formato .mp4 e .mov gratuitamente qui entro i prossimi 7 giorni:
https://wetransfer.com/downloads/62ab392f2383cb8f937d901d5a79556020210315153510/5afbbfdd0ac2d11b73e86b0263fb871920210315153558/eae505
Qualora decideste di pubblicare la notizia, vi prego cortesemente di farmelo sapere, segnalandomi la cosa o telefonicamente o scrivendomi al presente indirizzo email, in modo che io stesso possa divulgare il vostro articolo e fare pubblicità alla vostra testata attraverso i miei canali.
Sperando di aver fatto cosa a voi gradita e con fiducia in un vostro interessamento, vi porgo Distinti Saluti e vi ringrazio ancora augurandovi buon lavoro d’informazione.
Gianpaolo Belmare, PAN Europe