Ferrovie, potenziamento della Roma-Pescara [intervista]

Ferrovie, potenziamento della Roma-Pescara

 Roma, 7 ott. Siamo al punto di svolta definitivo per poter realizzare quello che è stato un sogno per troppo tempo. L’ obbiettivo è quello di arrivare da Pescara a Roma in meno di due ore. I precedenti progetti, risalenti al 2008, davano come obiettivo due ore e mezza. Questo è stato dichiarato nel corso della conferenza stampa di presentazione, dei risultati del tavolo di lavoro, per il potenziamento della linea ferroviaria Roma-Pescara, che si è tenuta questa mattina a Roma al Ministero delle Infrastrutture. Verrà modificato radicalmente il vecchio progetto per poter ottenere tempi compatibili con la modernità e le nuove esigenze. Il progetto prevede un tempo di percorrenza di cinquanta minuti da Avezzano a Roma e quaranta minuti da Sulmona a Pescara, con treni che partono ogni mezz’ora. Questi sono i principali obiettivi di percorrenza e di carico. Con l’impegno del Ministero, questo discorso viene esteso anche al trasporto merci, per rendere questa linea concorrenziale anche per lo sviluppo economico e industriale del territorio.

C’è una grande richiesta, ossia studiare e progettare soluzioni anche per i collegamenti ferroviari diretti tra L’Aquila e Roma.