Incontrocampo del Collettivo Cinema Sala 4

Lanciano (CH), 13 ottobre 2019. Domani, lunedì 14, per il secondo anno consecutivo, prende il via Incontrocampo, la rassegna organizzata dal Collettivo Cinema Sala 4 che, con cadenza semestrale, porta il cinema d’autore sugli schermi del CiakCity di Lanciano. 

Le proiezioni si terranno ogni lunedì alle 18:30 e alle 21:15, e il martedì alle 20:30. Quest’ultimo spettacolo sarà presentato, come ormai d’abitudine, in versione originale sottotitolata in italiano, un’iniziativa che ha riscosso molto successo presso il pubblico della rassegna. Per molti dei film in programma si tratta del primo passaggio in assoluto nei cinema abruzzesi, rendendo la rassegna un appuntamento imperdibile per tutti coloro che vanno alla ricerca di esperienze cinematografiche differenti e stimolanti.

Gli otto titoli compongono, come sempre, un quadro il più possibile ampio e variegato della cinematografia mondiale contemporanea, al di là di ogni barriera di nazionalità, genere, età, stile. In programma l’ultimo film del venerabile Wim Wenders (Submergence), insieme a un paio di opere seconde di autori molto promettenti: l’americano Brady Corbet, che dopo l’acclamato “L’infanzia di un capo” torna con Vox Lux (nel cast Natalie Portman e Jude Law), e l’italiano Valerio Mieli, che a dieci anni di distanza dal suo prezioso esordio “Dieci inverni” torna a esplorare le dinamiche contraddittorie di una relazione d’amore in Ricordi?, interpretato da quello che è indubbiamente l’attore italiano del momento, Luca Marinelli. Nel cartellone trovano spazio opere dal prestigioso pedigree letterario come Burning di Lee Chang-dong (tratto da un racconto di Haruki Murakami) e Ancora un giorno di Raul De La Fuente e Damian Nenow (da uno dei più famosi libri di Ryszard Kapuscinski, un reportage sulla guerra in Angola negli anni ’70), ma anche tre film che declinano ognuno in maniera differente il verbo della commedia, in un’ideale viaggio attraverso l’Europa che va dalla Polonia (i toni freddi e cinici del polacco Un’altra vita – Mug di Malgorzata Szumowska, Orso d’Argento a Berlino) al Portogallo (l’eccentrico e spregiudicato Diamantino di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, vincitore della Settimana della Critica a Cannes), passando per la Francia (una commedia corale come Grandi bugie tra amici di Guillaume Canet, con un cast ricchissimo guidato da François Cluzet e Marion Cotillard).