L’Italia è nata a Corfinio

Roma, 6 agosto 2019. La moneta di Corfinio, che reca la prima scritta, ufficiale e riconosciuta, “Italia“, è esposta al Vittoriano. A Corfinio, nella valle Peligna, in provincia dell’Aquila, dunque, è nata l’Italia. La Corfinium Onlus incontra il sottosegretario ai Beni Culturali, Gianluca Vacca, per la promozione della civiltà italica. L’Associazione Corfinium Onlus, tramite il proprio Presidente Francesco Di Nisio, è stata ricevuta dal Sottosegretario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, On.le. Gianluca Vacca, abruzzese a Roma. 
In questa occasione Di Nisio ha voluto esprimere un sentito ringraziamento al Sottosegretario Vacca  per la splendida iniziativa che ha portato la moneta simbolo della nascita dell’Italia antica a risplendere nella mostra del  Vittoriano a Roma. 

L’antica moneta, raffigurante, nel diritto, la “Dea Italia” con riportata espressamente la scritta “ITALIA”, a sancire la nascita del primo Stato-Nazione denominato Italia, e, nel rovescio, l’alleanza dei capi tribù italici in lotta per la conquista del diritto di cittadinanza, è stata coniata a Corfinium-Italia nel 90 a.C., nella zecca della nuova capitale dei confederati italici.

“Questa importante iniziativa – ha dichiarato Di Nisio – riaccende i riflettori sulla impareggiabile storia che vede l’Abruzzo come regione della costituzione del primo Stato-Nazione denominato Italia”.