PESCARA, I PREMIATI DEL TRILUSSA 2019. C’E’ UN “SACERDOTE”

Pescara. Giovedì 28 febbraio 2019, alle ore 17.30, nella Sala “Figlia di Iorio” della Provincia di Pescara (in Piazza Italia 30), si svolgerà la cerimonia di premiazione del Premio Trilussa 2019.

I PREMIATI SARANNO:
MARCO PAPA – Premio alla carriera per lo spettacolo comico degli ultimi anni;
SERGIO SOLDANI – Premio alla carriera per l’attività poetica e letteraria;
SONIA ETERE – Premio alla carriera per la saggistica letteraria;
GRAZIANA BRANCALE – miglior blog letterario del 2018;
MARIA GABRIELLA CIAFFARINI – per la creatività e la ricerca interdisciplinare degli ultimi anni;
LISA CELESTE – per la promozione della salvaguardia ambientale;
GIANFRANCO ZAZZERONI – per la ricerca artistica e la promozione dell’arte contemporanea;
MARCELLO SACERDOTE – per la qualità della ricerca artistica e l’impegno sociale tra le proposte teatrali emergenti;
TANIA SANTURBANO – per la qualità della ricerca poetica nella poesia italiana contemporanea.

Marcello Sacerdote, attore pescarese, animatore di CUNTATERRA, riceverà un premio
per la qualità della ricerca artistica e l’impegno sociale tra le proposte teatrali emergenti; . L’Associazione culturale Tracce di Pescara e l’Istituto di Ricerche e Attività Culturali con il patrocinio della Provincia di Pescara organizzano lo spettacolo delle vanità di provincia e dell’intellettualismo radical chic. 


I PREMIATI DEL 2019 SONO:
MARCO PAPA – Premio alla carriera per lo spettacolo comico degli ultimi anni;
SERGIO SOLDANI – Premio alla carriera per l’attività poetica e letteraria;
SONIA ETERE – Premio alla carriera per la saggistica letteraria;
GRAZIANA BRANCALE – miglior blog letterario del 2018;
MARIA GABRIELLA CIAFFARINI – per la creatività e la ricerca interdisciplinare degli ultimi anni;
LISA CELESTE – per la promozione della salvaguardia ambientale;
GIANFRANCO ZAZZERONI – per la ricerca artistica e la promozione dell’arte contemporanea;
MARCELLO SACERDOTE – per la qualità della ricerca artistica e l’impegno sociale tra le proposte teatrali emergenti;
TANIA SANTURBANO – per la qualità della ricerca poetica nella poesia italiana contemporanea.

Il Premio Nazionale è intitolato a Trilussa, in quanto autore classico ma modernissimo sia per il recupero del linguaggio popolare, del dialetto e del parlato, che per un’ironia corrosiva e quasi cinica, come testimonia questa poesia, quasi un “commento” alle vicende d’oggi: “La lumachella de la Vanagloria / ch’era strisciata sopra un obelisco, / guardò la bava e disse: Già capisco / che lascerò un’impronta ne la Storia.”
Trilussa, pseudonimo anagrammatico di Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri (Roma, 26 ottobre 1871 – Roma, 21 dicembre 1950), è stato un poeta, scrittore e giornalista italiano, particolarmente noto per le sue composizioni in dialetto romanesco.