SIN Bussi: un cavillo blocca la bonifica della fabbrica

SIN Bussi: avanti con il progetto di bonifica di Piano d'Orta

Il Ministero dell’Ambiente ha approvato il primo Stralcio del Progetto Operativo di Bonifica del SIN di Piano d’Orta di Bolognano. Per il progetto completo purtroppo c’è da attendere, poiché l’ordinanza emessa lo scorso dicembre dal Sindaco di Bolognano contro la società proprietaria del terreno e non alla Edison, soggetto ritenuto responsabile della contaminazione dell’area, ha complicato tutto.È sempre bene ricordare, che è nel 2015, che la Provincia di Pescara ha individuato Edison come responsabile dell’inquinamento del SIN di Piano D’Orta e che, nell’ordinanza provinciale adottata, Edison è tenuta a sistemare anche gli edifici industriali. Nella giornata di venerdì 10 luglio è stato approvato il documento “Analisi di Rischio Sanitario e Ambientale” predisposto dalla stessa Edison. L’approvazione recepisce comunque i pareri dell’ARTA Abruzzo, dell’INAIL, dell’ISPRA e della ASL di Pescara. Altra importante approvazione: il primo Stralcio del Progetto Operativo di Bonifica per la rimozione di tutti i residui di produzione. Una buona notizia che purtroppo ci lascia un po’ di amaro in bocca, perché non riguarda l’intera area inquinata del SIN di Piano d’Orta.Il progetto riguarda solo le aree libere dai manufatti industriali dismessi; sulle aree occupate dai manufatti non è stato presentato alcun progetto da parte di Edison. Su questi manufatti pende, infatti, l’ordinanza di demolizione e messa in sicurezza emessa dal nuovo sindaco del Comune di Bolognano contro la società proprietaria non colpevole dell’inquinamento; ordinanza che però il Sindaco non ha notificato alla Edison, che è invece tenuta alle opere di bonifica e il TAR ha sospeso l’ordinanza del Sindaco.

L‘ordinanza sindacale impedisce di arrivare all’approvazione del progetto complessivo di bonifica dell’area dell’ex polo chimico della Montecatini a Piano d’Orta ed oggi abbiamo avuto la riprova dei rallentamenti causati dalla nuova amministrazione comunale. Edison dovrà avviare i lavori entro quattro mesi e versare una fideiussione al Ministero di quasi due milioni di euro.Il decreto di approvazione recepisce le stringenti prescrizioni fatte pervenire dagli enti di tutela ambientale e sanitaria e si inserisce come ultimo atto del procedimento, avviato nel 2015 dalla Provincia di Pescara, proprio contro la Edison.Se si vuole che la bonifica del SIN di PIANO D’ORTA sia completa, urge l’immediata revoca dell’ordinanza firmata ed emessa dal Sindaco di Bolognano.