Tamponi per l’Abruzzo ma anche ospedale, mascherine e sussidio

Tamponi Abruzzo, ospedale, mascherine e sussidio

CORONAVIRUS: MARSILIO, ECCO PRIME MASCHERINE DI FATER
       (2020-04-06 16:27)(REGFLASH) Pescara, 6 apr. – Tamponi per l’Abruzzo ma anche ospedale, mascherine e sussidio: consegnate questa mattina le mascherine prodotte dalla Fater. «Le prime 50 mila mascherine sono già in viaggio verso i nostri nosocomi. Entro mercoledì – ha affermato il Presidente Marco Marsilio durante la conferenza stampa che ha tenuto oggi a Pescara – saranno consegnate altre 200 mila mascherine gratuitamente. Mentre gli altri pezzi saranno venduti a prezzo di costo alla Protezione Civile. Abbiamo risolto in tempi brevissimi il problema delle certificazioni e delle autorizzazioni per la produzione delle mascherine: abbiamo mobilitato tutte le energie positive per risolvere le criticità – ha concluso il presidente – Il tema dell’approvvigionamento dei presidi sanitari da oggi viene affrontato in maniera più serena. Dopo tanta fatica abbiamo qualche arma in più per contrastare questo virus». Tamponi per l’Abruzzo ma anche ospedale, mascherine e sussidio

CORONAVIRUS: MARSILIO, TAMPONI A RESIDENTI ‘AREA VESTINA’
 INTERESSATI I COMUNI ZONA ROSSA DEL PESCARESE

        (REGFLASH) Pescara, 6 apr. – A margine della conferenza stampa effettuata oggi per presentare il progetto del nuovo ospedale Covid-19 a Pescara, il presidente Marco Marsilio ha annunciato che i cittadini dei Comuni residenti delle zone rosse del pescarese saranno sottoposti a tampone per contrastare la diffusione del coronavirus sul territorio. «Dopo la richiesta che ha fatto la Asl di Teramo per effettuare i tamponi ai cittadini dei Comuni della Valle del Fino per scoprire gli asintomatici, ricerca che ha fatto emergere buoni risultati, anche i centri dell’area vestina, oggi in zona rossa, saranno sottoposti a screening epidemiologico. Nei prossimi giorni la Asl di Pescara organizzerà la raccolta dei tamponi».

Tamponi Abruzzo, ospedale, mascherine e sussidio

CORONAVIRUS: MARSILIO PRESENTA IL NUOVO OSPEDALE COVID-19
 LA STRUTTURA SANITARIA SARA’ ALLESITATA A PESCARA

        (REGFLASH) Pescara, 6 apr. Il Presidente Marco Marsilio e l’assessore alla sanità Nicoletta Verì hanno presentato, nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta oggi pomeriggio, il progetto per realizzare a Pescara un ospedale Covid-19. La struttura sanitaria verrà allestita nella struttura ex Ivap, adiacente al presidio ospedaliero “Santo Spirito”. Ieri sera, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha comunicato il parere favorevole e autorizzato la spesa di 7 milioni di euro per i lavori di riqualificazione della palazzina; altri 3 milioni di euro saranno concessi dalla Banca d’Italia. «Con 10 milioni di euro si potrà realizzare il progetto dell’Ospedale Covid-19 a Pescara – ha esordito il Presidente Marco Marsilio -. Se dovessero mancare i fondi, la Regione è pronta ad intervenire. Già martedì si procederà all’affidamento della progettazione dei lavori ed entro 24 ore si passerà all’apertura del cantiere. Secondo i tecnici, serviranno 14 giorni di lavoro – il cantiere sarà attivo notte e giorno – per allestire i primi 20 posti letto e successivamente si procederà a migliorare il progetto. Prima di scegliere la struttura di Pescara, secondo le linee guida dettate dal Ministero della Sanità e dagli infettivologi, i nostri tecnici avevano valutato anche altre ipotesi, tra cui gli immobili di Manoppello. Dopo attente valutazioni, la struttura ex Ivap è sembrata quella più idonea, poiché è collegata al nosocomio ma separata strutturalmente dai reparti dell’ospedale. È un progetto che ha ulteriore pregio: dopo l’emergenza – ha osservato il presidente – la struttura sarà lasciata in eredità al sistema sanitario regionale. Questa pandemia – ha concluso Marsilio – ci porterà a rivedere l’intera organizzazione sanitaria regionale sul territorio». L’assessore Nicoletta Verì ha annunciato che la regione Abruzzo è pronta a entrare nella fase 2 dell’emergenza sanitaria. «Non dobbiamo allentare il livello di attenzione – ha detto l’assessore Verì – in quanto una cura certa ed un vaccino non li abbiamo ancora trovati. Ci sono dei posti liberi di terapia intensiva a testimonianza che nel nostro sistema sanitario ci sono stati buoni livelli di prevenzione e di cure. Abbiamo più di mille pazienti in osservazione familiare».

CORONAVIRUS:FIORETTI,PENSIAMO AD UN SUSSIDIO PER LE FAMIGLIE
  DAL “CURA ABRUZZO” 5 MILIONI AI COMUNI

        (REGFLASH) Pescara, 6 apr.Cinque milioni di euro, interamente regionali, potrebbero essere destinati ai Comuni per sostenere le famiglie abruzzesi, andando ad incrementare i 9 milioni 350 mila euro, ripartiti all’Abruzzo come quota dei 400 stanziati dal Governo. Lo anticipa l’assessore alle Politiche sociali, Piero Fioretti, alla redazione di “Sos Coronavirus” spiegando che “lo stanziamento previsto dal Governo è un primo passo ma non sufficiente e che c’è la necessità di ampliare la platea degli aventi diritto ad un sussidio e, soprattutto, l’esigenza di prolungare il periodo di assistenza”. I cinque milioni utilizzabili sono parte integrante del plafond dei 100 stanziati dalla legge “Cura Abruzzo””, approvata dal Consiglio regionale. “Potremmo pensare di utilizzare, per la loro assegnazione, lo stesso canale dei Comuni proprio per la capillarità e le conoscenze delle amministraioni locali, necessarie a portare a buon esito l’intervento”. Per l’Assessore “questa via consentirebbe un percorso rapido e la possibilità di incrociare utilmente i fabbisogni delle famiglie”,attraverso la operatività degli enti d’ambito, in collaborazione con i Comuni che hanno già adottato criteri per l’individuazione degli aventi diritto al sussidio e mappato il territorio. “Mi auguro che il Consiglio regionale approvi questa mia proposta”. L’intervista integrale all’assessore, Piero Fioretti, è pubblicata su Fb, Tw,Instagram e sul portale regionale.

http://abruzzoom.altervista.org/ https://www.raiplayradio.it/radio3