Virus: BranCo Onlus non si ferma, mai.

Virus: BranCo Onlus non si ferma, mai.
BranCo per l’emergenza coronavirus: l’aggiornamento
Durante questo periodo di emergenza le attività di BranCo Onlus non si sono fermate, neanche per un minuto. Un aggiornamento sulle consegne di beni alimentari in tutto il territorio italiano, servizi gratuiti di spesa a domicilio per gli anziani e per tutte quelle persone in profonda difficoltà. E molto, molto altro. Ogni distaccamento locale si è mosso al massimo delle proprie possibilità, sempre nel pieno rispetto delle normative vigenti: mascherine, guanti, distanza sociale e profonda igenizzazione del materiale consegnato. Un articolo che passa in rassegna, facendolo regione per regione, come i volontari di BranCo Onlus abbiamo scelto di mettersi a disposizione della popolazione in questo difficile momento storico.

Clicca per leggere l’intero resoconto: 
 VAI ALL’ARTICOLO 
    
Sostieni Bran.Co Onlus Per noi di Bran.Co Onlus anche una piccola donazione è una risorsa grazie alla quale possiamo svolgere tutti i giorni le nostre attività sulla tutela dell’infanziatutela dei minori sostegno agli italiani in difficoltà.Puoi sostenerci semplicemente cliccando sul tasto qui sotto. DONA
Vuoi diventare un nostro volontario? Bran.Co Onlus porta avanti moltissime attività e progetti ed è costantemente attiva su tutto il territorio italiano. Ad oggi può fortunatamente contare sul magnifico e costante llavoro di centinaia di volontari in tutta Italia, ma c’è sempre spazio per chi volesse contribuire attivamente. Vuoi sapere come puoi diventare un nostro volontario? CONTATTA
 
Virus: BranCo Onlus non si ferma, mai.

http://abruzzoom.altervista.org/

CORONAVIRUS: VERI’, ATTENZIONE ALLE TRUFFE AI DANNI DEGLI ANZIANI

(REGFLASH) Pescara, 9 apr. – “Non c’è nessun incaricato delle Asl, della Regione o delle associazioni di volontariato che bussa alle porte dei cittadini per eseguire tamponi a domicilio. Si tratta di vergognosi tentativi di truffa, che vanno immediatamente segnalati alle forze dell’ordine”. Lo sottolinea l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, alla luce delle numerose segnalazioni che arrivano da diverse zone della regione. L’assessore invita anche a diffidare di venditori porta a porta di mascherine (e altri dispositivi di protezione) e di fantomatici test da fare in casa.